seguici su facebook twitter google plus RSS Telegram BOT ARCHIVIO STORICO
13:08 domenica, 17 dicembre 2017

Categorie



Vuoi pubblicare una news? Clicca qui

T.R. VENETO 1^ CAT. APOTEOSI JUVENTINA LAGHI: CAVARZANO SCONFITTO 8 A 7 AI CALCI DI RIGORE

calendario 21.04.2017
di: Riccardo Bonvicini
commenti Commenti
  • Belluno
  • Coppa
  • Padova
  • Prima Categoria
  • Veneto
  • Treviso
  • Dilettanti

JUVENTINA LAGHI – CAVARZANO OLTRARDO 8-7 DCR (3-3)
 


Juventina Laghi (4-4-2): Bragagnolo, Stocco (38’ st Guzzi), Settin, Sartori, Tessarollo (30’ st Bonin, 13’ sts Baggio), Gheno, Carollo (43’ st Tellatin), Bizzotto, Libralato (24’ st Opoku), Nonni, Dissegna. A disp. Pasinato, Menegazzo. All. Luigi Trevisan.

Cavarzano Oltrardo (4-2-3-1): Valentinis, Sartori (9’ sts Zanella), Piaz, De Vettor, Fontana, Garlet (5’ pts Imbolito), Marsango, Zoldan (26’ st Brancher), Bettio, Tonus, Gidoni (27’ st Da Rold). A disp. Casagrande, Coppo, Boso. All. Roberto Pauletti.

Reti: st 16’ e 26’ Nonni, 30’ Marsango, 35’ Brancher; pts 17’ Nonni; sts 3’ Da Rold.

Arbitro: Crainich di Conegliano.

Note: assistenti Pandolfo di Castelfranco e Tonon di Conegliano. Ammoniti Bizzotto, Libralato, Nonni, Sartori, Piaz, De Vettor, Fontana, Gidoni. Angoli 4-3. Recuperi pt 0’, st 4’, pts 2’, sts 1’. Spettatori 600 circa.

 
Conegliano Veneto. Juventina Laghi campione! Sono i padovani ad aggiudicarsi la finale del Trofeo Regione Veneto di Prima Categoria al termine di un’infinita maratona con il Cavarzano decisa solamente ai calci di rigore. Al 90’ l’incontro si era chiuso sul 2 pari, mentre i supplementari sul 3 a 3. Alla fine è decisivo l’errore di Fontana che colpisce la parte alta della traversa e fa scattare la festa della Juventina. Onore comunque agli sconfitti del Cavarzano capaci di rimontare due volte lo svantaggio con grande tenacia.

La Juventina in maglia blu si schiera con il 4-4-2, tandem Nonni-Libralato. I bellunesi con il completo giallorosso rispondono con il 4-2-3-1. L’ inizio di gara è migliore per i padovani pericolosi prima con il colpo di testa di Tessarollo e poi con Libralato che trova solo l’esterno della rete. Al 9’ risponde la squadra di Pauletti con il tiro di Marsango, para Bragagnolo, Bettio ribatte ma la difesa devia in qualche modo. Al 13’ sul corner di Dissegna tocca Gheno ma la palla esce di poco. Poco dopo ancora Juventina Laghi in avanti con Libralato, servito da Nonni, che incespica al momento di tirare. Dopo 20 minuti scoppiettanti, i restanti 25 sono molto più tranquilli: la difesa bellunese prende le misure a Nonni, vera spina nel fianco, mentre dall’altra parte Bettio sembra un po’ troppo isolato. Il primo tiro della punta giunge al 41’ ma la palla finisce alle stelle.

Al ritorno in campo subito botta e risposta con i tiri di Tonus e Nonni che però non trovano la rete. Poco dopo il quarto d’ora si rompe l’equilibrio: Bizzotto serve Nonni libero in area, si gira e scarica in fondo al sacco. Il Cavarzano prova a reagire ma non combina molto mente la Juventina continua a spingere. Al 26’ Opoku entrato da un paio di minutiOpoku tira e De Vettor in maniera netta tocca con il braccio: è rigore. Dal dischetto Nonni è implacabile. I giallorossi nel momento di massima difficoltà pescano il jolly: palla morbida per Marsango che con un spettacolare tocco volante manda la palla sotto l’incrocio. A questo punto il Cavarzano crede nel pareggio e gli sforzi vengono premiati al 35’: punizione dalla destra di Tonus, svetta Brancher che incorna alle spalle di Bragagnolo. Sulle ali dell’entusiasmo i bellunesi sfiorano il clamoroso vantaggio al 39’ con il rasoterra di Bettio che esce di un nulla. La Juventina risponde poco dopo con la rasoiata insidiosa di Opoku dai 20 metri. Si gioca ancora per 10 minuti ma alla fine arrivano i supplementari.


Nell’extra time subito una palla gol per i gialloblu con Tellatin che spara fuori da posizione favorevolissima. Non succede quasi nulla fino al recupero: al 17’ la Juventina Laghi passa infatti in vantaggio con Nonni che raccoglie una corta respinta di Valentinis dopo una prima deviazione sul piazzato di Dissegna.

Nel secondo tempo supplementare con la forza della disperazione il Cavarzano si getta in avanti e al 3’ pareggia: lungo lancio dalle retrovie per Da Rold che coglie la difesa scoperta, gran pallonetto del numero 18’ ed è 3 a 3. Succede poco o nulla fino al 10’ quando il colpo di testa a botta sicura di Nonni è parato con un vero miracolo da Valentinis. Si va così ai calci di rigore.

Rigori: Guzzi gol, Piaz gol, Dissegna fuori, Brancher fuori, Opoku gol, Marsango gol, Baggio gol, De Vettor gol, Nonni gol, Da Rold gol, Bizzotto gol, Fontana traversa.  













LINK RAPIDI





Seguici su Facebook
x Accedi tramite i social network
facebook login twitter login google plus login
Oppure accedi con le tue credenziali
Hai dimenticato username o password? Non sei ancora registrato?