Hai scelto di non accettare i cookie

Se accetti tutti i cookie visualizzerai messaggi pubblicitari personalizzati e in linea con i tuoi interessi, oltre a sostenere il nostro impegno nel fornirti sempre contenuti gratuiti e di qualità.

Se invece installi solo i cookie strettamente necessari, visualizzerai pubblicità generalista casuale anziché personalizzata, che potrebbe infastidire la tua navigazione perché non sarà possibile controllarne né la frequenza, né il contenuto.

Puoi modificare in ogni momento le tue scelte dal pannello delle preferenze

oppure

Piovese in piena missione rimonta: le parole del direttore sportivo Enrico Bortolotto

2023.10.27 19:53
- di: Tuttocampo
Piovese in piena missione rimonta: le parole del direttore sportivo Enrico Bortolotto
Dopo le prime sette giornate di campionato la Piovese occupa il quinto posto del girone «C» di Promozione, a braccetto con il Torre e a -8 dal Pozzonovo capolista.
La compagine biancorossa, partita con i favori del pronostico dopo la roboante campagna di rafforzamento estiva, ha «steccato» l’avvio di stagione, scivolando addirittura in zona-playout e uscendo di scena dalla Coppa Veneto agli ottavi di finale contro il Limena.
Nel mezzo c’è stato pure l’avvicendamento in panchina, con l’esonero di Cristiano Graziano e l’arrivo del nuovo allenatore Luca Nardo: il nuovo tecnico biancorosso ha esordito con il botto proprio domenica scorsa, conquistando tre punti pesantissimi al «Gabrielli» di Rovigo.
«Non possiamo essere contenti di questi primi due mesiconfessa il direttore sportivo Enrico BortolottoLa società ha fatto di tutto e di più per riuscire a disputare un certo tipo di campionato e, ad oggi, siamo un po’ nella “terra di mezzo”. Logicamente abbiamo commesso tutti degli errori, io per primo, ma di certo non si può dire che non ce l’abbiamo messa tutta per fare le cose per bene. La prova più bella è nella splendida atmosfera che c’è ogni domenica allo stadio: al “Vallini” ci sono sempre 400-500 persone e si respira un clima davvero incredibile. Dalla squadra ci aspettiamo tanto: siamo usciti dalla coppa in maniera un po’ sanguinosa e in campionato abbiamo pagato diversi passaggi a vuoto, ma il cammino è ancora lungo e daremo il massimo per essere protagonisti fino in fondo».
Il cambio in panchina è una ferita ancora aperta.
«Aver sostituito un allenatore su cui puntavamo molto è una sconfitta. Ora speriamo di trovare la giusta continuità con mister Nardo, che si sta dimostrando una bravissima persona e un ottimo tecnico. Ovviamente non si può pretendere di vincere sempre: il campionato è molto competitivo e nessuno ha la pistola puntata per arrivare obbligatoriamente primi. Tuttavia abbiamo allestito una rosa con dei valori importanti, che dovremo dimostrare sul campo. Il nome e il pedigree non bastano: bisogna avere quella fame e quella voglia di emergere che finora non abbiamo messo al cento per cento. Da giocatore ho sempre pensato, nel corso della mia lunga carriera, che niente ti piove addosso per caso: le cose devi andartele a prendere e per farlo servono mentalità, cultura del lavoro e spirito di sacrificio».

LINK RAPIDI

Commenti

Ultime notizie

Tutte Locali Nazionali

Campionati e risultati live (46)

Tutti Locali Nazionali
Seguici su
Facebook
x Facebook login Accedi con Facebook Google login Accedi con Google Oppure accedi con le tue credenziali
Hai dimenticato username o password? Non sei ancora registrato?