Hai scelto di non accettare i cookie

Se accetti tutti i cookie visualizzerai messaggi pubblicitari personalizzati e in linea con i tuoi interessi, oltre a sostenere il nostro impegno nel fornirti sempre contenuti gratuiti e di qualità.

Se invece installi solo i cookie strettamente necessari, visualizzerai pubblicità generalista casuale anziché personalizzata, che potrebbe infastidire la tua navigazione perché non sarà possibile controllarne né la frequenza, né il contenuto.

Puoi modificare in ogni momento le tue scelte dal pannello delle preferenze

oppure

Ex under “scaricato” dalla squadra. La triste storia raccontata da un papà

2023.07.26 10:40
- di: Tuttocampo
Ex under “scaricato” dalla squadra. La triste storia raccontata da un papà
Estate periodo di calciomercato non solo per le squadre professionistiche, ma anche per le squadre dilettantistiche e giovanili.
Di seguito il racconto di un papà preoccupato per la situazione del figlio che, terminato l'età per fare parte degli "under" si trova intrappolato con una società che non lo tiene in considerazione.

La rubrica tratterà diversi temi caldi relativi al calcio e cercherà di dare risposta alle domande dei nostri lettori che pertanto invitiamo a partecipare in maniera attiva. Qualora doveste avere delle domande o curiosità relative al mondo del diritto sportivo vi invitiamo a scrivere a  Posta del calcio o ad inviarci una e-mail redazione@tuttocampo.it con l’argomento che si desidera trattare e cercheremo di darvi risposta nelle successive edizioni.
 
Buon pomeriggio,
scrivo alla vostra redazione perché ho un figlio di 21 anni e da quando ne ha 5 gioca a calcio. Il suo ruolo è PORTIERE, e prima del compimento dei 14 anni è stato preso dalle giovanili di importanti squadre di Serie A e B, per poi approdare in serie D.
Non dico sia un campione tra i pali, ma a detta dei tecnici che lo hanno allenato se la cava bene.

Purtroppo ora che non fa più parte dei cosiddetti UNDER è stato “scaricato” dalla squadra, dove non riesce a svincolarsi perché fa parte della rosa fino al 2027 e non trova squadra perché non ha un procuratore che lo possa proporre ad altre società, cosa che poi,‘secondo me, dovrebbe fare la società con cui è tesserato, visto che ha deciso che non fa più parte della rosa e non lo vuole SVINCOLARE.

Premetto che di sacrifici ne ha fatti tanti, come d’altronde noi genitori, e sinceramente dispiace tantissimo che a lui, come a tanti ragazzi, venga negata la possibilità di continuare di vivere un sogno per una regola che tarpa le ali a questi giovani.
Cordiali saluti 

Commenti (11)

  • foto utente
    Marco Dellaera 28 luglio 11:41

    Scommetti che vogliono soldi per svincolarlo?

    Segnala Rispondi
  • foto utente
    Stefano Zambotto Work 27 luglio 22:05

    Mi sembra strano che una società che ha investito per anni su un ragazzo nel settore giovanile, non si preoccupi, visto che non lo ritiene adatto alla categoria in cui milita la prima squadra, di trovargli un'alternativa con un prestito o cessione permettendo al ragazzo di giocare in categorie inferiori e incassando cash....per me non ha senso e se non lo convocano con raccomandata si può anche svincolare in breve tempo....ripeto...per me è inconcepibile una gestione di questo genere soprattutto da una società che milita in serie D.

    Segnala Rispondi
  • foto utente
    mi02686 28 luglio 10:15

    Forse gestiscono così la situazione perchè sono consapevoli di non aver investito niente del loro...

    Segnala Rispondi
  • foto utente
    Lucio Camponeschi 27 luglio 17:20

    davvero e che il calcio e sporco

    Segnala Rispondi
  • foto utente
    RobFerr 26 luglio 22:05

    L'hanno male informata. Finché il ragazzo è tesserato ha diritto a partecipare agli allenamenti, ad un addestramento tecnico adeguato e a partecipare alle partite. Li diffidi, lo faccia riaggregare al gruppo e se non lo vogliono svincolare che si diano da fare per cercargli una squadra. In caso contrario raccomandata a loro ed alla federazione dove chiede lo svincolo per giusta causa. Altro "dettaglio", con la riforma o il ragazzo rinuncia all'ingaggio o il tesseramento deve essere accompagnato dall'accordo economico... Le tocca perderci tempo perché non sono ragionevoli ma non stia a guardare.

    Segnala Rispondi
  • foto utente
    Pino Marforio 26 luglio 20:43

    Con le nuove regole dovrebbe essere svincolato il prossimo anno?

    Segnala Rispondi
  • foto utente
    RobFerr 26 luglio 23:01

    Per i già vincolati non è così.

    Segnala Rispondi
  • foto utente
    26 luglio 18:57

    Io non aggiungo nulla perché i commenti precedenti sono specchio della verità. Auguro una svolta al figlio portiere del papà che ha denunciato sta schifezza italiana....una delle tante purtroppo

    Segnala Rispondi
  • foto utente
    Templare75 26 luglio 13:11

    Ecco perché la lnd fa schifo e dovremmo mandarli via a calci nel sedere sanno di queste situazioni ma sono collusi con esse perciò non cambieranno mai le regole uno schifo tutto italiano

    Segnala Rispondi
  • foto utente
    mi02686 26 luglio 11:57

    Se ho capito bene è vincolato con una società che milita in Serie D e, sempre se ho capito bene, la Riforma dello sport impatta anche su queste società, quindi i giocatori dai 18 anni in sù assumono la qualifica di "non professionisti" e il vincolo dura solo una stagione (salvo che non abbia firmato un rapporto di lavoro sportivo pluriennale). Ma qui ci vorrebbe Olimpio. E poi c'è ancora qualcuno che spara a zero su questa benedetta Riforma...

    Segnala Rispondi
  • foto utente
    Enrico Farina 26 luglio 10:52

    Condivido al 100%. Anche perché poi sovente capita che le società vantino un presunto “debito formativo” quando nella pratica hanno sempre pagato tutto le famiglie ; un vero e proprio sopruso ingiustificato .

    Segnala Rispondi

Ultime notizie

Tutte Locali Nazionali
Seguici su
Facebook
x Facebook login Accedi con Facebook Google login Accedi con Google Oppure accedi con le tue credenziali
Hai dimenticato username o password? Non sei ancora registrato?