LND: definite tutte le scadenze per le ASD e SSD per la stagione 2020/21

2020.06.27 13:37
- di: Tuttocampo
  • Dilettanti
  • Serie D
  • Italia
LND:  definite tutte le scadenze per le ASD e SSD per la stagione 2020/21

La Lega Nazionale Dilettanti ha pubblicato la Circolare N.65 del 26 giugno 2020 (Circolare N.19 – 2020 del Centro Studi Tributari LND), inerente le prossime scadenze fiscali per SSD/ASD e le agevolazioni introdotte causa Covid-19. Eccole nel dettaglio:
 

30 giugno 2020

  • Soggetti con bilancio chiuso al 31 dicembre 2019: versamento saldo IRES 2019 e 1° acconto IRES 2020 –
    Per gli stessi soggetti non è dovuto – art. 24, comma 2, D.L. n. 34/2020 – il versamento del saldo IRAP 2019 e non è dovuto il versamento della prima rata d’acconto 2020 IRAP. Tale agevolazione è definitiva e, pertanto, l’importo della
    prima rata d’acconto IRAP 2020, non dovrà essere recuperato nell’acconto successivo o nel saldo (vedasi le Circolari n. 57 del 20 maggio e n. 58 del 30 maggio 2020 della LND). La proroga al 20 luglio 2020 annunciata con Comunicato Stampa n. 1470 del 22 giugno 2020 del MES, è concessa ai contribuenti soggetti agli indici sintetici di affidabilità (ISA).
  • Termine ultimo di invio della dichiarazione IVA 2020 per il 2019 (sospeso dal 30 aprile ex art. 62, comma 1, D.L. n. 18/2020)
  • Versamento o in unica soluzione o in 5 rate mensili di pari importo a decorrere da giugno 2020, delle ritenute alla fonte ex artt. 23 e 24 DPR n. 600 (lavoro dipendente e assimilati) sospese dal 2 al 30 marzo 2020 (art. 61 D.L. n. 18/2020)
  • Versamento IVA in scadenza il 16 marzo 2020 e versamento saldo IVA dovuta sulla dichiarazione annuale IVA 2020 per il 2019, maggiorato dello 0,40% a far tempo dal 16 marzo 2020.
  • I soggetti con ricavi o compensi non superiori a due milioni di euro nel periodo d’imposta 2019, per i quali sono stati sospesi i versamenti da autoliquidazione che sono scaduti nel periodo compreso tra l’8 ed il 31 marzo 2020, relativi alle
    ritenute alla fonte sui redditi di lavoro dipendente e assimilati, ai contributi previdenziali e all’IVA e, quindi, anche al saldo IVA 2019 in scadenza il 16 marzo 2020, hanno diritto alla proroga fino al 16 settembre 2020 e, quindi, non
    dovranno versare né sanzioni né gli interessi dell’ 0,40% mensili dal 16 marzo 2020. A tale data i versamenti dovranno essere effettuati o in unica soluzione o in un massimo di quattro rate, di pari importo, con prima rata da pagare entro il 16 settembre 2020.

31 luglio 2020

  • Versamento in unica soluzione o in 4 rate di pari importo da luglio 2020, dei canoni di locazione e concessioni relativi ad impianti sportivi pubblici, sospesi dal 17 marzo e fino al 30 giugno 2020 ex artt. 95 D.L. n. 18/2020 e 216 D.L. n.
    34/2020 – (vedasi la Circolare n.57 del 20 maggio 2020 della LND). E’ previsto che i soggetti concessionari degli impianti possano sottoporre all’Ente concedente una domanda di revisione dei rapporti concessori in scadenza entro il 31 luglio 2023 e che possa essere richiesta dal conduttore, limitatamente alle cinque mensilità da marzo a luglio 2020, una corrispondente riduzione del canone locatizio presumibilmente pari al 50% del canone contrattualmente stabilito.

20 agosto 2020

  • Versamento IVA 2° trimestre

16 settembre 2020

  • Soggetti con ricavi e compensi commerciali inferiori, nel periodo d’imposta precedente, a 50 milioni di euro, che hanno subito nei mesi di marzo e aprile 2020 una diminuzione del fatturato o dei corrispettivi di almeno il 33% rispetto ai mesi di marzo e aprile 2019:
    a) versamento delle ritenute ex artt. 22 e 23 (redditi di lavoro dipendente e assimilati) e delle addizionali regionali e comunali relative ai mesi di aprile e maggio 2020;
    b) versamento dell’IVA;
    c) dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria. La sospensione dei suddetti versamenti, già prevista dall’art. 18 del D.L. n. 23/2020 fino al 30 giugno 2020, è stata ulteriormente prorogata fino al 16
    settembre 2020 (art. 126 D.L. n. 34/2020). I versamenti vanno eseguiti in unica soluzione o in quattro rate di pari importo con il versamento della prima rata entro il 16 settembre 2020.
  • Comunicazione all’Agenzia delle Entrate delle liquidazioni IVA 2° trimestre 2020 e trasmissione in via telematica all’Agenzia delle Entrate dei dati delle fatture emesse nel 2° trimestre 2020 e di quelle ricevute e registrate (sono escluse le ASD/SSD che sono in regime L. 398/91).

31 ottobre 2020

  • Trasmissione in via telematica all’Agenzia delle Entrate del Modello 770 (sostituti d’imposta);
  • I soggetti in regime di L. 398/91 con esercizio sociale a 30 giugno 2020, devono redigere il rendiconto relativo alle entrate ed alle spese delle manifestazioni agevolate (due eventi nell’anno per un importo massimo di euro 51.645,00).

16 novembre 2020

  • ASD/SSD in regime L. 398/91: versamento IVA 3° trimestre 2020.

30 novembre 2020

  • ASD/SSD con bilancio al 31 dicembre 2019: trasmissione in via telematica all’Agenzia delle Entrate della dichiarazione REDDITI 2020 per il 2019 e versamento della seconda rata di acconto IRES e IRAP 2020.

27 dicembre 2020

  • Versamento acconto IVA 2020 (metodo storico, previsionale, analitico).

31 dicembre 2020

  • ASD/SSD con bilancio al 30 giugno 2020: versamento del saldo IRES 2019 e prima rata acconto IRES 2020; il saldo IRAP 2019 non è dovuto come non è dovuto il 1° acconto IRAP 2020 (art.
    24 D.L. n. 34/2020). Tale agevolazione è definitiva e, pertanto, l’importo della prima rata d’acconto IRAP 2020, non dovrà essere recuperato nell’acconto successivo o nel saldo (vedasi le Circolari n. 57 del 20 maggio e n. 58 del 30 maggio della LND).
  • Scadenza termini per effettuare l’opzione per la L. n. 398/91. Entro il 31 maggio 2021: versamento della seconda rata acconto IRES e IRAP e trasmissione telematica all’Agenzia delle Entrate della dichiarazione REDDITI 2020 per il 2019.

Si riportano, di seguito, alcuni adempimenti da osservare:

Compensazione di imposte (art. 3 D.L. n. 124/2019)
Con il D.L. 124/2019 è stata modificata la disciplina relativa alla compensazione delle imposte. E’ stata estesa alle imposte sui redditi e IRAP la disciplina relativa alla compensazione orizzontale nel Mod. F24 del credito IVA per importi superiori a 5.000,00 euro. La compensazione potrà aver effetto soltanto a partire dal 10° giorno dalla data della presentazione della dichiarazione dalla quale emerge il credito da compensare (vedasi al riguardo la Circolare n° 33 del 15 gennaio 2020 della LND)

Utilizzo del contante
Dal 1° luglio 2020 e fino al 31 dicembre 2021 è vietato l’uso del contante per importi superiori a duemila euro (art. 18 D.L. n. 124/2020). Si ricorda che per le ASD e SSD tutti i pagamenti fatti e ricevuti devono essere non in contanti se superiori a 1.000,00 euro ancorché la norma recata dal D.L. n. 124 abbia fissato il limite a duemila euro.

Trasparenza delle erogazioni della P.A.
I soggetti che ricevono sovvenzioni, sussidi, contributi non aventi carattere generale e privi di natura corrispettiva, retributiva o risarcitoria, di importo superiore a 10.000,00 euro, devono darne pubblicazione nelle note integrative al bilancio o sui propri siti internet (art. 35 D.L. n. 34/2019 – vedasi la Circolare n. 24 del 20 novembre 2019 della LND).

Trasmissione telematica delle fatture
L’art. 16 del D.L. n. 124/2019 ha stabilito che la trasmissione telematica delle fatture è effettuata trimestralmente entro la fine del mese successivo al trimestre di riferimento.

Si riportano di seguito alcune disposizioni emanate a seguito del Covid-19:

Versamento IRAP
Non debenza del saldo IRAP relativo al periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2019 e della prima rata d’acconto per il periodo successivo (vedasi Circolari n. 57 del 20 maggio 2020 e n. 58 del 30 maggio 2020 della LND).

Contributo a fondo perduto
E’ prevista l’erogazione di un contributo a fondo perduto – art. 25 D.L. n. 34/2020 – a favore, tra l’altro, delle ASD e SSD in relazione ai proventi dell’attività commerciale svolta, che hanno subito un calo del fatturato e dei corrispettivi nel mese di aprile 2020 pari ad almeno un terzo del fatturato/corrispettivi di aprile 2019. Il contributo è determinato applicando alla differenza degli introiti in argomento tra il mese di aprile 2020 e quello del 2019, differenti percentuali e va richiesto inviando all’Agenzia delle Entrate l’apposito modello tra il 15 giugno ed il 13 agosto 2020 (vedasi le Circolari n. 59 del 1° giugno 2020 e n. 61 del 15 giugno 2020 della LND).

Credito d’imposta sui canoni di locazione di immobili ad uso non abitativo
E’ concesso un credito d’imposta – art 28 D.L. n. 34/2020 – pari al 60% dell’ammontare del canone mensile per i mesi di marzo, aprile e maggio 2020 ai soggetti che abbiano subito nei mesi di marzo, aprile e maggio 2020 una diminuzione del fatturato o dei corrispettivi rispetto allo stesso mese o agli stessi mesi del periodo d’imposta precedente (vedasi le Circolari n. 59 del 1° giugno 2020 e n. 60 del l’8 giugno 2020 della LND).

Credito d’imposta per la sanificazione degli ambienti di lavoro
E’ concesso un credito d’imposta – art. 125 D.L. n. 34/2020 – pari al 60% delle spese per la sanificazione degli ambienti di lavoro e degli strumenti utilizzati nonché per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale e di altri dispositivi atti a garantire la salute dei lavoratori e degli utenti (vedasi le Circolari n. 57 del 20 maggio 2020 e n. 59 del 1° giugno 2020 della LND).


Ni.No. Fonte articolo: LND

Commenti

Ultime notizie

Tutte Locali Nazionali
Seguici su
Facebook
x Facebook login Accedi con Facebook Google login Accedi con Google Oppure accedi con le tue credenziali
Hai dimenticato username o password? Non sei ancora registrato?